FROM OLIVE TREES NEAR VENAFRO.
(written in a foxhole by William Gentry, Company A 85th Engineers)

WHERE ANCIENT TREES GROW ROW ON ROW. THE SURROUNDING MOUNTAINS CAPPED WITH SNOW.
HOW MANY DIED THERE? WE'LL NEVER KNOW.

THEY TRADED THE ENEMY SHELL FOR SHELL. AND TOOK THE PLACE WHERE COMRADES FELL.
AMIDST THE WHISTLING BURSTING HELL.
HOW MANY DIED THERE? WE'LL NEVER KNOW.

THEY ARE ALL BRAVE, BOTH OLD AND YOUNG. ALL ARE HEROES, SOME UNSUNG.
THEY GAVE THEIR LIVES WITHOUT REGRET. THESE MEN, THESE MEN, WE'LL NEVER FORGET.

SOSTIENI L' ASSOCIAZIONE BASTA UN CLICK SU QUESTO PULSANTE

OPPURE EFFETTUA UN BONIFICO SUL CONTO BANCOPOSTA

IBAN IT21V0760115600001024076059 INTESTATO A ASSOCIAZIONE ONLUS WINTERLINE

OPPURE DONATECI IL 5 PER MILLE

C.F. 90031950943 INTESTATO A ASSOCIAZIONE ONLUS WINTERLINE

Stampa questa pagina

Chi Siamo

La storia dell'associazione Winterline Venafro nasce dall'amicizia di Renato Dolcigno e Luciano Bucci che, fin da adolescenti, hanno condiviso una passione unica ed originale che li ha portati a conseguire un importante obiettivo, quello di creare la prima mostra storico-militare permanente denominata Winterline, riguardante gli eventi bellici che hanno interessato il comune di Venafro e le terre limitrofe. Durante questi anni di avventure e ricerche, i due promotori dell'iniziativa incontrano Donato Pasquale, altro socio fondatore dell'associazione, con il quale riescono a completare una collezione degna di un museo Nazionale, composta da reperti unici ed originali, tutti rinvenuti nella zona che va da Venafro alle vicine Mainarde. Il materiale esposto nella mostra infatti è di proprietà di Luciano Bucci, Renato Dolcigno e Donato Pasquale che, oltre al ritrovamento ne hanno curato il restauro, la catalogazione e il mantenimento. Mentre l'associazione muoveva i primi passi, le attività svolte dai soci attiravano l'attenzione di Domenico Vecchiarino che in breve, si rivelò di fondamentale importanza allo sviluppo dei progetti dell'associazione Winterline, nonchè dell'Ing. Marco Chiaverini, chiave di volta in molti progetti. La forza dell'associazione è racchiusa in due elementi, uno prettamente tecnico che sta nella distinzione dei ruoli ricoperti da ogni singolo socio, ognuno specializzato o meglio "appassionato" in un particolare settore del collezionismo; e l'altro, forse più importante, l'amicizia che è il vero collante dell'associazione. Infine, ma non per ultimi, non si può non menzionare l'aiuto e l'appoggio incondizionati dati all'associazione, e senza i quali non si raggiungevano molti traguardi, da parte dell'Arch. Franco Valente, responsabile dei locali in gestione all'associazione, e dell'Ing. Antonio Buono, primo e principale sostenitore dell'associazione, nonchè socio onorario.

L'associazione è in continua crescita, e arricchisce il proprio organico di personalità importanti nel campo della conservazione della memoria storica della seconda guerra mondiale, tra queste Mary Baghan e Paul Hooton, rispettivamente responsabile della First Special Service Force Veterans Association e responsabile della London Irish Rifle Veterans Association.

L'organico si è arricchito inoltre di altri appassionati, che come noi condividono la voglia di stare insieme e di impegnarsi per conservare le testimonianze del passato.

I soci fondatori dell'associazione Winterline sono:

dott. Luciano Bucci

dott. Renato Dolcigno

Donato Pasquale

I soci:

dott. Domenico Vecchiarino

Fabrizio Bertoni

Francesco Iorio

Avv. Alessandro Campagna

Stefano Giuliani

Rosario Malfatti

Nicola Verrecchia

Andrea Ottaviano

I soci onorari:

Ing. Marco Chiaverini

Ing. Antonio Buono

Arch. Franco Valente

Mary Bhagan

Paul Hooton


Pagina precedente: Contattaci
Pagina successiva: Venafro 1944 - La storia


melbourne handyman