FROM OLIVE TREES NEAR VENAFRO.
(written in a foxhole by William Gentry, Company A 85th Engineers)

WHERE ANCIENT TREES GROW ROW ON ROW. THE SURROUNDING MOUNTAINS CAPPED WITH SNOW.
HOW MANY DIED THERE? WE'LL NEVER KNOW.

THEY TRADED THE ENEMY SHELL FOR SHELL. AND TOOK THE PLACE WHERE COMRADES FELL.
AMIDST THE WHISTLING BURSTING HELL.
HOW MANY DIED THERE? WE'LL NEVER KNOW.

THEY ARE ALL BRAVE, BOTH OLD AND YOUNG. ALL ARE HEROES, SOME UNSUNG.
THEY GAVE THEIR LIVES WITHOUT REGRET. THESE MEN, THESE MEN, WE'LL NEVER FORGET.

SOSTIENI L' ASSOCIAZIONE BASTA UN CLICK SU QUESTO PULSANTE

OPPURE EFFETTUA UN BONIFICO SUL CONTO BANCOPOSTA

IBAN IT21V0760115600001024076059 INTESTATO A ASSOCIAZIONE ONLUS WINTERLINE

OPPURE DONATECI IL 5 PER MILLE

C.F. 90031950943 INTESTATO A ASSOCIAZIONE ONLUS WINTERLINE

Stampa questa pagina

Venafro 1944 - La storia

Teatro di uno dei più duri e tragici periodi dell'ultimo conflitto mondiale, VENAFRO e l'area montana circostante erano sede di una linea difensiva tedesca denominata "Bernard - Rehinard" tale linea fu affrontata e superata con estremo sacrificio da parte delle truppe alleate durante l'inverno del 1943, da qui la denominazione della WINTERLINE. A conclusione tragica degli eventi bellici avveniva l'inaspettato; il 15 marzo 1944 Venafro veniva bombardata dagli aerei americani. Un tragico errore. Una valutazione sbagliata quella fatta da un bombardiere leader, che scambiando Venafro per Cassino diede via al lancio di bombe, seguito nell'errore dalle squadriglie al seguito.

Partendo da queste premesse storiche, e mossi da curiosità e voglia di saperne di più, Luciano Bucci, Renato Dolcigno, Donato Pasquale e Domenico Vecchiarino, dell'associazione storico-culturale "Winter Line", hanno voluto con il loro impegno e la loro passione, conservare la memoria di quei tragici mesi in cui l'area Venafrana divenne principale teatro delle operazioni del secondo conflitto mondiale.



Pagina precedente: Chi Siamo
Pagina successiva: LA WINTERLINE


melbourne handyman