Storie di eroi - Winterline Venafro

Logo winterline
Logo Winterline
Vai ai contenuti
FOWLER JACKSON JR

Storie di eroi
Il  ritrovamento di un' oggetto si arricchisce di diverso valore quando,  nonostante gli interminabili anni di buio e il corrosivo peso della  terra, ha la forza di raccontarci ancora la sua storia. E' il caso del  piastrino di riconoscimento alleato ritrovato nel 2007 sulla sommità di  Monte Raimo che fin dalle prime analisi fornisce sorprendenti elementi sul suo proprietario :
Nome  : FOWLER JACKSON JR  / Matricola : 34129668 /  le sigle T42 -43 sopra  impresse si riferiscono invece alla vaccinazione contro il Tetano  eseguita nel 1942 e al successivo "richiamo" completato nel 1943 / B  e'  il tipo di gruppo sanguigno / F JACKSON SR e'senza dubbio il padre del  giovane soldato inteso anche come parente di riferimento / BOX 392 e' il  recapito dove inviare eventuali informazioni , in stato di guerra quasi  sempre dannatamente tristi, come la scomparsa in combattimento o  l'eventuale decesso . E' interessante notare come in questo caso invece  di un indirizzo, come abitualmente in uso, viene riportato il numero di  una casella postale come ad indicare la residenza della famiglia in una  località fuori del perimetro urbano / MOUNT HOLLY in North Carolina e'  la città di residenza / P infine, come ultimo dato , e' il modello di  religione, quella Protestante.
Ad  arricchire le già esaurienti informazioni forniteci dal " dogtag "  riportiamo anche alcuni dettagli estratti dal foglio matricolare di  Fowler Jackson Jr.
Proveniente  dalla Contea di Gaston in North Carolina viene arruolato il 25 Luglio  1942 nell'Esercito degli Stati Uniti, dopo aver superato le selezioni  della sua classe , quella del 1921 , nella caserma di Fort Jackson a  Columbia in South Carolina. Di Jackson sappiamo inoltre che , prima di  divenire un soldato di Fanteria , aveva frequentato in Tennesse tre anni  di College interrotti necessariamente allo scoppio del secondo  conflitto mondiale . La sua ammissione nell' Esercito era stata  anticipata da una breve esperienza, come operaio non specializzato, in  una fabbrica di velivoli destinati alla Us Air Force.
Ma le note più salienti sul piastrino ritrovato e il suo originario possessore ci vengono  dalla motivazione che formalizza l'assegnazione della prestigiosa  Silver Star concessa a Fowler jr, con Ordine Governativo numero 174, nel  Marzo del 1944:
"  Nonostante i continui attacchi e contrattacchi del nemico, supportato  oltretutto da pesante fuoco di artiglieria, il Private di Prima Classe  Fowler Jackson Jr., Compagnia K, di Mount Holly , North Carolina, si  portava incurante dell'incombente pericolo nei pressi del suo comandante  di squadra ,rimasto ferito  dal fuoco degli avversari. Al coperto, dietro una difesa di fortuna  ,strisciava fino al superiore per constatarne tristemente la morte.  Deciso ad informare i suoi diretti Superiori dell'assenza di comando si  portava verso il resto della squadra quando veniva colpito più volte al  petto e alle braccia. Nonostante le gravi ferite forniva rapporto al  Comandante di Plotone e sanguinante continuava ad incitare i compagni  con l'esempio e il coraggio facendo ancora fuoco contro il nemico.  Abbandonava la sua originaria posizione, raggiunta con immenso  sacrificio , solamente dopo aver ricevuto l'ordine categorico di  presentarsi all'infermeria da campo".
L'episodio  riportato viene avvalorato anche dalla ricerca sul campo, infatti il  piastrino e' stato ritrovato ,circondato da innumerevoli caricatori e  bossoli di Garand, dietro uno spigolo roccioso mentre a circa cinquanta  metri dal riparo improvvisato e' stata rilevata la presenza di una  postazione tedesca munita sicuramente ,dai reperti ritrovati ,di  mitragliatrice pesante.
L'ostinazione del soldato Fowler Jackson jr , Compagnia K , Terzo  Battaglione , 180° Reggimento della 45a Divisione e' servita insieme a  quella dei suoi compagni a strappare, alle ore 08.15 del 30 Dicembre  1943, il controllo della vetta di Monte Raimo o "Hill 1000" dalle mani  del Terzo Battaglione del 134° Reggimento Granatieri della 44° Divisione  Tedesca .
Vogliamo  immaginare che al termine di questa vicenda Junior abbia potuto  abbracciare di nuovo il padre, Fowler Senior . Fortunatamente infatti il  suo nome non compare , ne' come caduto tantomeno come disperso,  in nessun Cimitero Militare Alleato . Evacuato, come molti feriti di  quel giorno verso l'ospedale della "Thunderbird" numero 56,  prima del  definitivo rientro in Patria, sosterà in Tunisia per un salutare periodo   di convalescenza .
© 2010 - 2019 WinterLine Venafro   O.N.L.U.S.
Pianifica il tuo viaggio con
inspirock
Torna ai contenuti